Religione · Varie

Combattiamo l’estremismo con laicità e diritti umani

Ancora un attentato da parte di estremisti islamici nel cuore dell’Europa, a Bruxelles. Ancora una volta, la religione uccide. È l’ennesima dimostrazione di come la credenza nel soprannaturale possa rendere gli uomini peggiori.

L’attentato è stato compiuto da terroristi islamici. Affermare che “non erano veri musulmani”, come avviene ogni volta in casi come questo, farebbe ridere, se la situazione non fosse tragica. Hanno agito in nome di Allah e della loro interpretazione del Corano. I terroristi e coloro che sostengono la violenza sono una piccola percentuale dei musulmani, ma una piccola percentuale di un miliardo e mezzo di persone è un numero non trascurabile di individui. Questo punto penso debba essere chiaro e non può essere taciuto.

Fatta questa premessa, trovo che lo sciacallaggio delle varie correnti fascistoidi, che è già iniziato sui social network, sia disgustoso. La maggior parte dei musulmani non ha nulla a che vedere con il terrorismo. La maggior parte delle vittime del terrorismo, soprattutto in Medio Oriente, sono proprio musulmani. Usare gli attentati per fare propaganda razzista contro tutti i cittadini europei di fede musulmana, indiscriminatamente, è indegno. Non dubito che arriveranno le richieste ai musulmani di condannare gli attentati: trovo che anche questo sia razzista. Quando un estremista cristiano ha assaltato una clinica di Planned Parenthood in Colorado lo scorso novembre, nessuno ha chiesto a tutti i cristiani di condannare l’accaduto; e quando un estremista di destra ha ammazzato decine di persone in Norvegia nessuno ha chiesto di dissociarsi a tutte le persone di destra. Si dà per scontato che la maggior parte dei cristiani e delle persone di destra sia contraria ad atti violenti di quel tipo e deve essere concesso lo stesso rispetto alla maggior parte dei musulmani.

Non può mancare, naturalmente, la propaganda contro gli immigrati, nonostante spesso gli estremisti siano cittadini europei, nati e cresciuti qui. Gli immigrati che cercano rifugio in Europa spesso fuggono proprio dall’estremismo islamista e dalla guerra, da paesi dove gli attentati come quello di Bruxelles o di Parigi sono un rischio quotidiano. È vergognoso usare questa tragedia per far leva sulla paura del diverso e raccattare voti.

Infine, ci sono quelli che vorrebbero opporsi all’estremismo islamico trincerandosi dietro ai “valori cattolici”, accusando la “mancanza di valori” della nostra società secolarizzata. Evidentemente costoro dimenticano che l’imposizione dei “valori cattolici” è quella che ha portato all’Inquisizione, mentre la secolarizzazione e la laicità hanno portato a una maggiore libertà e maggiori diritti.

Trovo ci sia una macabra ironia nel volersi opporre all’estremismo islamico per mezzo di altri estremismi (religiosi e non). I valori su cui deve basarsi l’Europa sono la laicità e il rispetto dei diritti umani. Non è con una versione cristiana degli stati islamici o con un ritorno al fascismo che dimostriamo di essere migliori. I fascismi e i clericalismi non devono avere alcun posto a casa nostra. Solo così possiamo essere migliori degli estremisti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...