Diritti

Omofobia e complicità

A Bari, un ragazzo gay di 18 anni si è suicidato, sembra a causa dei maltrattamenti subiti in famiglia in seguito al suo coming out. A Torino, una coppia di ragazzi è stata minacciata, perseguitata e aggredita dai vicini di casa. Sono solamente gli ultimi esempi di omofobia nel nostro paese, gli ultimi di una lunga serie, gli ultimi per il momento.

Di fronte a episodi come questi, che non sono casi isolati, ma il frutto di un clima d’odio alimentato da politici e religiosi, è chiaro che bisogna intervenire. Più ancora di una legge per contrastare l’omofobia, che comunque male non farebbe, serve intanto riconoscere a tutti i cittadini pari diritti, perché è inutile fare proclami per l’uguaglianza e contro le discriminazioni se le leggi dello stato per prime discriminano. E, soprattutto, servono interventi educativi, a cominciare dalle scuole, per contrastare la stupidità e l’ignoranza che portano all’odio omofobico.

Nel frattempo, la Chiesa cattolica continua nella sua campagna di odio e discriminazioni. L’ultimo è il cardinale Bagnasco, che si è espresso contro le unioni civili, sostenendo che “i diritti individuali sono già ampiamente assicurati”. La smettessero una buona volta i sedicenti laici fan di papa Francesco di citare le sue inesistenti “aperture” agli omosessuali. Perché è del tutto inutile dire di “non giudicare” e allo stesso tempo esprimersi contro il riconoscimento dei diritti; parlare di “rispetto” e voler mantenere le attuali discriminazioni, o addirittura negarne l’esistenza. Ed è schifosamente ipocrita affermare di essere contro l’odio e le discriminazioni e poi opporsi a qualunque intervento educativo per combattere quell’odio e quelle discriminazioni, inventandosi inesistenti cospirazioni per diffondere l’inesistente “ideologia gender”.

Chi contribuisce a seminare odio, a promuovere la disuguaglianza dei diritti, a impedire la lotta all’ignoranza che alimenta quell’odio, è complice ed è parte del problema.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...