Attualità · Religione

“Lussuria” di Emiliano Fittipaldi

lussuria

Gli abusi sessuali da parte dei preti cattolici non sono una novità, così come non lo è la pratica dell’insabbiamento da parte della Chiesa, come mostrato egregiamente dal film Spotlight, recentemente premiato con l’Oscar, che racconta la storia vera dell’inchiesta che ha portato alla luce lo scandalo degli abusi sessuali nella diocesi di Boston.

Chi pensa che la Chiesa abbia imparato la lezione e, anche grazie al tanto osannato papa Francesco, abbia cambiato decisamente rotta, dovrà ricredersi leggendo Lussuria di Emiliano Fittipaldi. Al di là degli annunci, ben poco è stato fatto finora per risolvere davvero il problema. La commissione contro la pedofilia voluta dallo stesso Bergoglio ha pochissimi poteri e nessuna influenza, e tuttora non esiste alcun obbligo per i vescovi di denunciare i preti pedofili della propria diocesi alle autorità civili.

Tra gli uomini di fiducia del papa ci sono cardinali che in passato hanno insabbiato gli abusi, aiutato economicamente i sacerdoti pedofili e mostrato disprezzo per le vittime. Il caso più eclatante è sicuramente quello di George Pell, braccio destro di Bergoglio, a cui è dedicato il primo capitolo del libro. Non si tratta di un caso isolato, al contrario sono numerosi gli esempi documentati.

L’Onu ha accusato il Vaticano di negligenza nella gestione dei casi di abusi sessuali da parte dei sacerdoti: la Chiesa ha spesso permesso ai preti pedofili di sfuggire alla giustizia e continuare a commettere abusi su nuove vittime. Come emerge chiaramente da moltissime vicende raccontate nel libro, per la Chiesa la priorità è sempre stata, e spesso continua a essere, la difesa delle proprie finanze e della propria reputazione, mettendo in secondo piano la tutela di bambini e adolescenti.

Non mancano le vicende italiane. Anche se nel nostro paese non sono scoppiati scandali paragonabili a quelli di Irlanda, Australia o Stati Uniti, e non sono state istituite commissioni di inchiesta governative, gli abusi da parte del clero cattolico sono fin troppo diffusi. E, in contrasto con certe dichiarazioni mediatiche di “tolleranza zero”, manca spesso la collaborazione da parte del Vaticano con le autorità civili, come dimostra il caso di don Inzoli.

Nell’ultimo capitolo si parla della cosiddetta “lobby gay” del Vaticano, tra scandali sessuali e ipocrisia: sono note, infatti, le posizioni omofobe della dottrina cattolica, che ritiene l’omosessualità “oggettivamente disordinata”. E, nonostante le presunte aperture sbandierate dai media italiani, nulla è cambiato con papa Francesco su questo fronte.

Il libro è un’inchiesta estremamente interessante e documentata sugli scandali e i crimini sessuali all’interno della Chiesa cattolica. Lettura assolutamente consigliata.

Annunci

4 thoughts on ““Lussuria” di Emiliano Fittipaldi

  1. Caro fuxino, secondo te qual’è il motivo per cui la Chiesa difenderebbe i preti pedofili? Credi forse che il motivo sarebbe nel fatto che la Chiesa teme che si scopra che la morale sessuale repressiva di stampo cattolico è un fallimento? Cioè tu credi che se i preti scopassero liberamente con donne o uomini consenzienti i casi di pedofilia a sfondo clericale calerebbero?

    Mi piace

    1. Difficile dirlo, non sono a conoscenza di rigorosi studi scientifici che confermino la correlazione tra l’obbligo del celibato e la tendenza a commettere abusi sessuali su minori. A me pare più plausibile, comunque, che sia la politica di omertà all’interno della Chiesa ad attirare potenziali pedofili, che potrebbero commettere abusi con la garanzia dell’impunità.
      E in ogni caso i preti scopano eccome (anche se lo fanno di nascosto)…

      Mi piace

  2. Caro fuxino, quali sarebbero le prove del fatto che i preti in maggioranza scopano? Ti basi sul sentito dire oppure ci sarebbero delle prove serie? E nel caso che sia vero secondo te farebbero bene oppure farebbero male a scopare quando lo fanno gratis oppure a pagamento ma con persone adulte e consenzienti?

    Mi piace

    1. Non ho detto che “la maggior parte” dei preti scopa, ma di sicuro quelli che lo fanno non mancano (ci sono vari esempi in “Lussuria”, che consiglio di leggere, oltre che nelle notizie di attualità).
      Quanto a “fanno bene o fanno male”: il sesso tra persone adulte e consenzienti è sempre legittimo, ma non si può non rilevare l’ipocrisia di chi predica in un certo modo e agisce nella maniera opposta.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...