Ateismo

Anche gli atei sono stupidi

Mi si perdoni quello che, su un blog ateo, potrebbe essere considerato un titolo clickbait. È molto diffusa tra gli atei l’idea della superiorità intellettuale di coloro che non credono in Dio rispetto ai credenti1. Noi abbiamo capito che quelle religiose sono solo favolette, è evidente che siamo più intelligenti di quegli sciocchi che ancora ci credono, giusto? Sentirsi superiori fa bene all’autostima, soprattutto quando si è insicuri, e quindi questa idea è almeno in parte comprensibile (che non vuol dire giustificabile). Ma è venuto il momento di sfatare questo mito, perché un’altra idea diffusa tra gli atei è che alle favolette preferiamo la realtà. Ebbene, la realtà è che gli atei sono stupidi tanto quanto i credenti.

Lo storico italiano Carlo M. Cipolla pubblicò nel 1976 un saggio satirico a proposito della stupidità umana, in cui elaborò cinque “leggi della stupidità”. La prima legge sostiene che “sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione”. Non so se questo sia ancora vero oggi, ma certamente i social network hanno dimostrato che per lungo tempo abbiamo sottovalutato il numero di persone stupide. Per citare Umberto Eco:

I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli. La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità.

La seconda legge, che è quella che mi interessa per questo post, afferma che “la probabilità che una certa persona sia stupida è indipendente da qualsiasi altra caratteristica della persona stessa”. Ebbene, “qualsiasi altra caratteristica” comprende ovviamente anche l’essere atei o credenti.

Se avete frequentato una community abbastanza numerosa di atei online, come un gruppo su Facebook o un forum,  avete certamente notato che ci sono spesso (ma non necessariamente) persone intelligenti, razionali e preparate, ma anche un buon numero di inutili idioti2. Se non l’avete notato, probabilmente gli inutili idioti eravate voi. Sono stato per anni utente e poi moderatore di un forum sull’ateismo e per un periodo più breve amministratore di un altro forum sullo stesso tema. Più di recente, sono diventato membro di alcuni gruppi su Facebook dedicati all’ateismo. Per esperienza posso dire che l’ateo razionale è più un’eccezione che la regola. I credenti spesso accusano gli atei di rifiutare Dio perché “fa figo” e “va di moda”. Ovviamente ci sono ottime ragioni razionali per negare l’esistenza di Dio, e nessuna buona ragione, a mio parere, per ritenere che esista; tuttavia, quell’accusa non è sempre campata in aria. È pieno di atei “per moda”, persone che non hanno mai riflettuto in maniera seria sulla questione, che non saprebbero argomentare il loro ateismo senza cadere in una fallacia logica dopo l’altra, sostanzialmente persone a cui semplicemente non importa veramente dell’argomento, ma che pensano di apparire più intelligenti e razionali se non credono alle “favolette” religiose. Poi magari sono razzisti e antivaccinisti, e anche sull’evoluzione hanno qualche dubbio…

E qui veniamo al punto. L’ateismo è la scelta più razionale, ma essere atei non significa automaticamente essere persone razionali. Aver fatto la scelta “giusta” non significa averla fatta per le motivazioni giuste. Molti hanno semplicemente deciso di non credere per moda, per fede3, perché cresciuti in una famiglia atea4 o per qualche altro motivo irrazionale. Di fronte a questioni diverse, probabilmente prenderanno posizione in maniera altrettanto irrazionale, e magari questa volta faranno la scelta sbagliata. Ho visto numerosi atei che prendono in giro i cattolici per l’irrazionale credenza nella trinità o nella nascita virginale di Gesù difendere strenuamente le peggiori bufale antivacciniste, con argomenti fallaci e informazioni false. Ho visto atei sostenere tesi antievoluzioniste con gli stessi argomenti dei peggiori credenti creazionisti. Ho visto atei condividere le peggiori bufale razziste sugli immigrati. E si potrebbe continuare. Costoro sono del tutto impermeabili alle argomentazioni che smentiscono le loro credenze e alle prove scientifiche, tanto quanto un cattolico, quando si tratta del dogma della verginità, è impermeabile al fatto che le ragazze vergini non rimangono incinte, quantomeno non senza l’aiuto della moderna medicina. È bene precisare che il punto non è che anche gli atei sbagliano o possono credere a qualcosa di falso. Nessuno è infallibile e su un argomento si può semplicemente essere disinformati (e tuttavia ritenere di saperne di più di quanto se ne sappia in realtà, il noto effetto Dunning-Kruger). Il punto è che gli atei che accusano i credenti di stupidità perché credono ad assurdità, magari sono altrettanto stupidi e irrazionali quando si tratta di altri argomenti. E, di fronte alle prove che smentiscono inequivocabilmente le loro affermazioni, hanno lo stesso atteggiamento di quelli che chiamano “credini”. Sia tra gli atei che tra i credenti ci sono persone stupide e irrazionali, l’unica differenza è che gli atei, sulla questione Dio, hanno casualmente fatto la scelta giusta.

1Ovviamente i credenti non sono innocenti da questo punto di vista. Anche tra di essi è diffusa l’idea della propria superiorità nei confronti degli atei ottusi che non riescono a vedere i segni della presenza di Dio nell’universo. Ma non è questo il tema del post.
2Sì, nei gruppi atei spesso ci sono anche dei credenti. No, non tutti i credenti sono inutili idioti e non tutti gli inutili idioti sono credenti.
3No, l’ateismo di per sé non è una fede. Sì, è possibile essere atei per fede.
4Naturalmente chi è stato cresciuto in un ambiente areligioso può poi aver successivamente ragionato sulla questione e deciso consapevolmente di aderire all’ateismo razionale.

Annunci

Una risposta a "Anche gli atei sono stupidi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.